La stenosi pilorica: forme e caratteristiche

La stenosi pilorica ipertrofica congenita è una patologia neonatale che si riscontra su 1 nato vivo ogni 300-900 e che colpisce maggiormente i maschi. Questa patologia si manifesta spesso in entrambi gli individui di coppie di gemelli monozigoti.
La stenosi pilorica spesso compare in bambini affetti dalla sindrome di Turner, da trisomia 18 e dall'atresia esofagea.
Solitamente nella seconda-terza settimana di vita si verificano rigurgito e vomito violento. L'esame obiettivo mostra una peristalsi visibile ed una massa palpabile solida, ovoidale, nella regione del piloro o dello stomaco distale, derivante da ipertrofia e probabile iperplasia della tonaca muscolare propria del piloro. La stenosi può essere aggravata dalla presenza dell'edema e dell'infiammazione nella mucosa e nella sottomucosa.
La terapia è chirurgica, mediante la resezione della tonaca muscolare, ed è risolutiva.


La stenosi pilorica acquisita degli adulti è una complicanza a lungo termine della gastrite antrale o dell'ulcera peptica con localizzazione vicina al piloro. Generalmente si manifesta in carcinomi nella regione pilorica, in linfomi o in carcinomi del pancreas che si spingono fino al piloro, con la fibrosi infiammatoria o l'infiltrazione maligna che restringono il canale pilorico, provocando la stenosi.


Bibliografia: Le Basi Patologiche delle Malattie, Robbins e Cotran



Nessun commento:

Posta un commento